VG7 e il Piano Nazionale Impresa 4.0

Scopri come beneficiare grazie a VG7 degli Iper e Super Ammortamenti previsti dal Piano nazionale Impresa 4.0 del Ministero dello Sviluppo Economico

Il Piano nazionale Impresa 4.0 (già Piano Industria 4.0) rappresenta un’occasione da non perdere per tutte le aziende che vogliono cogliere le opportunità della cosiddetta “quarta rivoluzione industriale”.

Il Piano prevede l’introduzione di misure concrete in base a tre linee guida principali:

  • operare in una logica di neutralità tecnologica;
  • intervenire con azioni orizzontali e non verticali o settoriali;
  • agire su fattori abilitanti.

Le misure che si sono rivelate efficaci fino ad oggi sono state potenziate e indirizzate in una logica 4.0, mentre nuove misure sono state identificate, per rispondere pienamente alle esigenze emergenti.

VG7 e il Piano Impresa 4.0

I moduli Gestionale Print Configurator e Routing di Produzione della piattaforma Web to print di VG7 sono in grado di interconnettersi automaticamente con i macchinari di stampa per lo scambio dati (tramite JDF e/o PLC). L’interconnessione è biunivoca, quindi dal software alla macchina e viceversa: in questo modo la produzione è monitorata e vengono raccolti dati e generate statistiche.

Questa nuova funzionalità offerta da VG7 ai propri clienti riflette pienamente i principi del Piano nazionale Impresa 4.0, promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico.

In particolare, incentiva l’acquisto o l’investimento in nuovi macchinari grazie ai benefici degli Iper e Super Ammortamenti (dal 130% al 250%), misure volte a stimolare la crescita delle aziende.

L’obiettivo del Piano è infatti proprio quello di supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali (software e sistemi IT) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi.

VG7, attraverso la proposta di queste nuove funzionalità per il Web 2 print, si adegua al Piano e garantisce ai propri clienti la possibilità di investire in tecnologie digitali innovative e pratiche con l’aiuto di incentivi a norma di legge.

Leggi anche “Le colonne portanti della digital transformation per un Web to print di successo“.

incentivi-fiscali-piano-impresa-4.0-articolo-di-approfondimento-su-azienda-VG7-Vanina-Basilli-copywriter

Quali vantaggi offre?

Le aziende che decidono di investire nella rivoluzione digitale potranno godere di particolari vantaggi fiscali. Nel dettaglio:

  • Iper Ammortamento: supervalutazione del 250% degli investimentiin beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione in chiave 4.0 (acquistati o in leasing);
  • Super Ammortamento: supervalutazione del 130% degli investimentiin beni strumentali nuovi (acquistati o in leasing). Per chi beneficia del Super Ammortamento possibilità di fruire anche di una supervalutazione del 140% per gli investimenti in beni strumentali immateriali (software e sistemi IT).

A chi si rivolge?

A tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, comprese le imprese individuali assoggettate all’IRI, con sede fiscale in Italia, incluse le stabili organizzazioni di imprese residenti all’estero, indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico di riferimento.

Scadenze

Gli ammortamenti di cui sopra si applicano agli investimenti effettuati nel corso dell’anno 2018, con la possibilità di completare l’investimento entro il 31 dicembre 2019, se entro il 31 dicembre 2018 l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di uno o più acconti in misura pari almeno al 20% del costo totale di acquisizione.

In particolare:

  • Per il Super Ammortamento, la data di completamento dell’investimento è il 30 giugno 2019 (se entro il 31 dicembre 2018 l’ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di uno o più acconti in misura pari almeno al 20% del costo totale di acquisizione);
  • Per gli investimenti in Iper Ammortamento superiori a 500.000 € per singolo bene è necessaria una perizia tecnica giurata da parte di un perito o ingegnere iscritti nei rispettivi albi professionali, attestante che il bene in questione possiede caratteristiche tecniche coerenti con i criteri previsti dal Piano.

Contattaci per saperne di più!